Crociere sospese in Brasile

Monfalcone - Un altro stop per le crociere dopo il Sudafrica ("Msc Orchestra") e il Nord Europa ("Msc Magnifica"): questa volta è il mercato brasiliano a fermarsi. Una sospensione che riguarda sia Costa Crociere che Msc Crociere

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Un altro stop per le crociere dopo il Sudafrica ("Msc Orchestra") e il Nord Europa ("Msc Magnifica"): questa volta è il mercato brasiliano a fermarsi. Una sospensione che riguarda sia Costa Crociere che Msc Crociere. La variante Omicron continua così a rendere dura la vita dei viaggi in mare per piacere. Secondo una dichiarazione della Clia (Cruise Lines International Association) Brasile, le compagnie crocieristiche sospenderanno volontariamente il servizio fino al 21 gennaio. La decisione è stata presa dopo che gli operatori hanno dovuto affrontare “l'incertezza circa l'applicazione e l'interpretazione” dei protocolli operativi utilizzati per i programmi locali del Paese.

Durante questa pausa, le compagnie lavoreranno con le autorità locali per "cercare un allineamento" per risolvere i problemi operativi. Questa disposizione colpisce le seguenti navi: "Msc Seaside", "Msc Splendida", "Msc Preziosa", "Costa Diadema" e "Costa Fascinosa". C’è da chiedersi ora se questo fermo è temporaneo o se sarà una chiusura anticipata della stagione sudamericana. Il fatto è che l’aumento dei casi dovuti alla variante Omicron si è sviluppato anche a bordo, anche se a livelli inferiori rispetto a terra. Però i numeri hanno spaventato le autorità sanitarie locali nonostante la situazione sia stata gestita secondo i protocolli che erano stati approvati in autunno: «Nelle ultime settimane le compagnie hanno vissuto una serie di situazioni che hanno avuto un impatto diretto sull'operatività delle loro navi, rendendo in questo momento impraticabile la continuità delle crociere» spiegano dalla Clia.

Gli ultimi episodi riguardano "Msc Splendida" che è stata costretta a cancellare una crociera con partenza da Santos, mentre Costa Diadema ha avuto il suo programma interrotto a Salvador. Queste disposizioni sono state prese con molto zelo dai funzionari dell’Anvisa (l’agenzia sanitaria brasiliana). Quest’ultima ha dichiarato che erano stati identificati 68 casi sulla “Diadema” e 78 sulla “Splendida”. L'incertezza operativa ha causato «significativi disagi per gli ospiti che desideravano trascorrere le proprie vacanze in mare secondo rigidi protocolli di sicurezza», ha aggiunto la Clia. Questa sospensione ha effetto immediato e questo significa che nessun nuovo ospite salirà a bordo delle navi fino al 21 gennaio 2022: le crociere invece attualmente in corso continueranno verso i loro porti finali come previsto.

L’associazione degli armatori ha anche affermato di deplorare le decisioni prese dalle autorità in quanto i protocolli di salute e sicurezza a bordo hanno continuato a dimostrare che funzionano, distinguendosi come un esempio che potrebbe essere seguito a livello globale: «Tuttavia, è importante avere una convergenza tra i protocolli delle navi e gli accordi presi con le autorità. Speriamo di chiarire questi accordi per garantire un piano uniforme tra aziende e autorità a tutti i livelli». I protocolli attualmente in vigore in Brasile includono la vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus per gli ospiti e l'equipaggio, oltre ai test preimbarco e alla riduzione della capacità degli ospiti. Vista la situazione sanitaria internazionale è impossibile avere delle navi da crociera completamente libere dal Covid; l’ultima variante ha dimostrato di essere capace di bucare i vaccini dopo alcuni mesi dalla somministrazione e le crociere non possono essere escluse da questo fatto inconfutabile. Solo che i continui test a bordo rendono facilmente identificabili i positivi e il loro isolamento, il problema maggiore si ha però quando vengono a mancare diversi membri dell’equipaggio che sono necessari per garantire gli standard di servizio promessi ai passeggeri.

A GENOVA SBARCANO 150 POSITIVI DALLA "GRANDIOSA"

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: