"Viva", un nuovo tributo all'Italia

Monfalcone - Si chiamerà "Norwegian Viva" la seconda nave da crociera in costruzione nello stabilimento Fincantieri di Venezia-Marghera per conto di Norwegian Cruise Line. Lo ha annunciato la stessa compagnia americana che al contempo ha svelato anche gli itinerari della nuova nave

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Si chiamerà "Norwegian Viva" la seconda nave da crociera in costruzione nello stabilimento Fincantieri di Venezia-Marghera per conto di Norwegian Cruise Line. Lo ha annunciato la stessa compagnia americana che al contempo ha svelato anche gli itinerari della nuova nave: da giugno 2023 salperà nel Mediterraneo ed avrà due home port italiani, Civitavecchia e Trieste che prende ormai definitivamente il posto di Venezia nei programmi di Nclh. Il marchio statunitense ha già svelato i piani per la sua seconda nave Made in Italy, mentre il prototipo della serie non ha ancora debuttato. Si tratta dell’innovativa "Norwegian Prima" che attualmente è in fase di allestimento a Marghera la cui inaugurazione è prevista per il prossimo agosto. I nomi scelti per queste due navi di nuova concezione sono un omaggio all'Italia che è diventato la fucina di tutte le nuvoe unità del gruppo Nclh (quindi anche per gli altri marchi Oceania Cruies e Regent Seven Seas Cruises).

Queste due navi avranno una lunghezza fuori tutto di 295 metri, circa 142 mila tonnellate di stazza lorda e potranno ospitare 3.219 passeggeri in doppia occupazione. L’attrazione che le caratterizzerà sarà la pista per go-kart elettrici che avvolgerà il fumaiolo su tre livelli, mentre l’area vip sarà posizionata in maniera inedita nella zona poppiera della sovrastruttura. Saranno dotate di tecnologie all'avanguardia, come un sistema di riduzione delle emissioni di ossidi di azoto (Scr), che riduce l'impatto ambientale complessivo della nave. I catalizzatori Scr filtrano gli ossidi di zolfo fino al 98% e gli ossidi di azoto fino al 90%, garantendo che le navi siano conformi con i limiti Tier III per le emissioni di NOx.

Inoltre, saranno dotate di un sistema di pulizia dei gas di scarico (Egcs), un sistema avanzato di trattamento delle acque reflue per trattare e ripulire tutte le acque nere per soddisfare i rigorosi standard internazionali e la funzionalità per connettersi alle reti elettriche onshore per ridurre ulteriormente le emissioni in porto: “Viva” vanterà la decorazione dello scafo ideata dall'artista italiano di graffiti e sculture Manuel Di Rita, comunemente noto come Peeta: quest’ultimo ha realizzato anche l'artwork di “Prima”. Vanno citati anche gli architetti di fama mondiale che hanno contribuito alla ideazione delle aree alberghiere, tra cui Rockwell Group, Smc Design e Studio Dado di Miami. Come abbiamo già accennato sono stati presentati anche gli itinerari. Dopo una serie di crociere inaugurali, dal 15 giugno al 6 novembre 2023, effettuerà una serie di viaggi nel Mediterraneo di otto, nove e dieci giorni da Lisbona, in Portogallo, Trieste e Civitavecchia, in Italia al Pireo in Grecia. Nell’inverno 2023-24 invece si sposterà nei Caraibi Meridionali imbarcando i suoi passeggeri a San Juan per il primo viaggio di sette notti dal 15 al 22 dicembre. In seguito proseguirà con crociere da sette a nove notti tra le affascinanti isole caraibiche.

©RIPRODUZIONE RISERVATA