P&O Cruises, l'intera flotta torna operativa

Con la partenza oggi di "Arcadia" da Southampton alla volta delle Isole Canarie, si completa il processo di riavvio dell’intera flotta di P&O Cruises, marchio mass market per il mercato britannico di Carnival Corporation

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Con la partenza oggi di "Arcadia" da Southampton alla volta delle Isole Canarie, si completa il processo di riavvio dell’intera flotta di P&O Cruises (marchio mass market per il mercato britannico di Carnival Corporation). Si tratta della prima grande compagnia a riportare in servizio attivo tutte le sue navi: "Siamo tornati a navigare e questo è sicuramente motivo di festa. Domenica è una pietra miliare importante perché tutte e sei le navi torneranno in funzione e faremo ciò che sappiamo fare meglio. Siamo lieti di accogliere nuovamente l'Arcadia nella flotta. Questa nave è estremamente popolare tra i nostri fedeli ospiti e so che il comandante e il suo equipaggio non vedono l'ora di salpare per i fantastici itinerari che abbiamo programmato per quest'anno" afferma Paul Ludlow, presidente di P&O Cruises. Secondo Ludlow, la "Britannia" e l' "Azura" hanno avuto una stagione di grande successo nei Caraibi dalle Barbados. La Iona ha trascorso i suoi primi mesi invernali alle Isole Canarie e nel Nord Europa e presto si dirigerà verso gli spettacolari fiordi norvegesi per l'estate: "È evidente che i nostri ospiti sono rassicurati dalle misure che abbiamo intrapreso per proteggere la loro salute e benessere e che sono felici di tornare a bordo riscoprendo la loro passione per i viaggi. Abbiamo passato così tanto tempo a perdere i semplici piaceri di ottimi ristoranti, spiagge e luoghi d'interesse della città che averli tutti ora rende l'esperienza di vacanza ancora migliore" conclude Ludlow.

Nel corso della pandemia, P&O Cruises ha preso in consegna la nuova ammiraglia a gas naturale liquefatto "Iona" e ha perso per strada la "Oceana". Quest’ultima è stata ceduta a Seajets a prezzo di saldo ed attualmente si trova ancora a Patrasso con il nuovo nome di "Queen of the Oceans" in attesa di conoscere il suo destino. Infine l' "Arvia", attualmente in costruzione nel bacino coperto di Meyer Werft a Papenburg, si unirà a P&O Cruises a dicembre come settima nave della flotta. Il viaggio inaugurale sarà alle Isole Canarie seguito da una stagione invernale di vacanze volo/crociera nei Caraibi dalle Barbados. L' "Arvia", che, come la sua gemella "Iona", sarà alimentabile sia a gas naturale liquefatto che il tradizionale diesel, avrà a bordo molte nuove innovazioni e sarà concepita per servire maggiormente in climi caldi.

Il Mediterraneo sarà quest’estate coperto dall’ "Azura" che offrirà crociere incluse di volo dal porto di imbarco e sbarco della Valletta che già da prima della pandemia aveva spodestato quello di Genova. Inoltre ci saranno anche saltuarie sortite di Britannia, l’ultima nave della compagnia costruita da Fincantieri nel 2015. L’agente esclusivo per l’Italia di questa storica compagnia britannica (le cui origini risalgono alla Compagnia delle Indie) è la genovese Gioco Viaggi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA