In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

Carnival, nuovi investimenti alle Bahamas

Nuovo investimento infrastrutturale della Carnival Corporation; questo nonostante l’industria crocieristica non sia ancora uscita dalla crisi generata due anni fa dalla pandemia che non ha fortunatamente interrotto gli investimenti in nuove infrastrutture portuali

Matteo Martinuzzi
2 minuti di lettura

Monfalcone - Nuovo investimento infrastrutturale della Carnival Corporation; questo nonostante l’industria crocieristica non sia ancora uscita dalla crisi generata due anni fa dalla pandemia che non ha fortunatamente interrotto gli investimenti in nuove infrastrutture portuali. Infatti il marchio Carnival Cruise Line, in collaborazione con l'Autorità portuale di Grand Bahama e il governo delle Bahamas, ha celebrato l’inizio dei lavori per un nuovo approdo crocieristico sull’isola di Grand Bahama. L’evento è stato presenziato dalla presidente di Carnival Cruise Line, Christine Duffy, dal primo ministro delle Bahamas Philip Davis, dal vice primo ministro delle Bahamas Chester Cooper, da Sarah St. George presidente ad interim dell'autorità portuale di Grand Bahama ed infine dall’amministratore delegato di Carnival Corporation, Arnold Donald: "Con l'inizio di questo progetto di Carnival, Grand Bahama è ora dalla parte migliore per raggiungere il suo vero potenziale economico - afferma Davis -. Questo investimento fornirà i posti di lavoro tanto necessari, ma segnalerà anche una nuova speranza per la ripresa dell'isola.

Infatti, oltre alla crisi che ha colpito il settore turistico, le Bahamas soffrivano già prima della pandemia per effetto della devastazione di alcuni uragani che avevano messo in ginocchio l’economia locale. La nuova destinazione crocieristica di Carnival a Grand Bahama, la cui apertura è prevista per la fine del 2024, è in fase di sviluppo sul lato sud dell'isola e sarà un’importante porta d’accesso per i turisti delle navi da crociera. La struttura permetterà agli ospiti di provare un'esperienza bahamiana con molti servizi all’avanguardia, mentre allo stesso tempo sarà un’opportunità di affari per i residenti di Grand Bahama. Questo nuovo progetto comprende un molo in grado di ospitare fino a due navi di classe Excel (unità a propulsione diesel-gas naturale liquefatto da oltre 180 mila tonnellate di stazza lorda): questa sarà una porta ideale per portare gli ospiti sulle spiagge di sabbia bianca per cui sono famose le Bahamas.

I passeggeri potranno esplorare e godersi Grand Bahama via mare, tramite un molo dedicato per le escursioni, o via terra, tramite lo snodo di trasporto terrestre dedicato. Lo stesso porto disporrà anche di un'area designata come riserva naturale e di una piscina interna, insieme a molti punti di vendita al dettaglio, cibo e bevande gestite direttamente dalle Bahamas: "Mentre celebriamo la nostra partnership di 50 anni con le Bahamas, l'inaugurazione della nostra incredibile nuova destinazione di Grand Bahama rappresenta un'opportunità per collaborare con il governo e il popolo di Grand Bahama: questo per contribuire all'economia locale attraverso opportunità di lavoro e di affari, impegnandosi in modo significativo con le comunità locali ed espandere ulteriormente la nostra offerta di esperienze per i nostri ospiti che avranno un nuovo porto di scalo mozzafiato di cui godere - dichiara Duffy -. I nostri sinceri ringraziamenti al governo delle Bahamas e all'Autorità portuale di Grand Bahama per il loro continuo supporto mentre iniziamo la sua costruzione. I nostri ospiti adorano già le Bahamas e siamo certi che questo nuovo progetto darà loro ancora più motivi per volerle visitare". Questa è l’ennesima riprova di quanto è legata l’economia turistica delle Bahamas all’industria crocieristica: molteplici isole private delle compagnie già si trovano in questo arcipelago.

I commenti dei lettori