In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Grimaldi torna a scommettere su Civitavecchia

È partita nei giorni scorsi la nuova linea trisettimanale per merce rotabile di Grimaldi Lines tra Civitavecchia, Livorno, Savona e Valencia. L'armatore utilizza tre unità, le due nuove a propulsione ibrida "Eco Valencia" e "Eco Barcellona" insieme a un traghetto della classe Eurocargo

1 minuto di lettura

Civitavecchia - È partita nei giorni scorsi la nuova linea trisettimanale per merce rotabile di Grimaldi Lines tra Civitavecchia, Livorno, Savona e Valencia. L'armatore utilizza tre unità, le due nuove a propulsione ibrida "Eco Valencia" e "Eco Barcellona" insieme a un traghetto della classe Eurocargo. Le tre navi operano sulla Banchina 26 e sulla nuova 29, con una capacità dei piazzali di 50 mila metri quadrati.

Piazzali che saranno stabilmente pieni con circa 800 semi-rimorchi. Le tre navi in importazione ed esportazione caricano 180-200 semirimorchi a tratta e tutte le operazioni si svolgono all'interno dell'area operativa senza interferire sulla viabilità ordinaria: "Si tratta - commenta il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale, Pino Musolino - di un altro risultato molto importante messo a segno sul fronte delle Autostrade del mare, i cui indicatori nell'ultimo anno sono tutti positivi. Ci fa inoltre grande piacere che un armatore del calibro di Grimaldi torni evidentemente a puntare su Civitavecchia, con una nuova linea con la Spagna che nel porto di Roma lo scalo italiano di riferimento, e si aggiunge al collegamento diretto quotidiano già operativo con Barcellona. Con questa linea, ad alto valore aggiunto, iniziamo da subito a sfruttare al meglio i più recenti investimenti infrastrutturali, sia in termini di nuovi attracchi che di piazzali disponibili soprattutto per semi-rimorchi dei traffici ro-ro. Proprio per incentivare e agevolare l'utilizzo di navi di ultima generazione a zero emissioni in porto, sulla Banchina 29 costruiremo, come già previsto nel Piano strategico, un dolphin, che consentirà di dotare la banchina di una bitta in più ormeggiare le unità più lunghe, e che ci offrirà due ulteriori vantaggi: la vicinanza della nuova banchina al Varco Nord, per agevolare la viabilità all'interno del porto e dal punto di vista nautico si andranno a risparmiare circa 40-45 minuti di attraversamento del canale del porto, sia in entrata che in uscita, a tutto vantaggio della competitività della linea".

I commenti dei lettori