In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

Prove in mare per la "Msc Seascape"

La "Msc Seascape" ha completato con successo le prime prove intensive di navigazione, che si sono svolte tra il 17 e il 20 agosto. La nuova ammiraglia italiana, la nave più grande e tecnologicamente avanzata mai costruita in Italia, sarà la quarta unità della classe Seaside

2 minuti di lettura

Ginevra - La "Msc Seascape" ha completato con successo le prime prove intensive di navigazione, che si sono svolte tra il 17 e il 20 agosto. La nuova ammiraglia italiana, la nave più grande e tecnologicamente avanzata mai costruita in Italia, sarà la quarta unità della classe Seaside e la seconda Seaside Evo costruita da Fincantieri, tra i più importanti gruppi cantieristici al mondo. Le navi Seaside Evo sono un’evoluzione della classe Seaside e presentano caratteristiche progettuali innovative: "Msc Seascape" rende omaggio alla bellezza dell'Oceano per effetto di una serie di caratteristiche di design. La nave, che ha una stazza lorda di 169 mila tonnellate, sarà consegnata a Msc Crociere alla fine di novembre e offrirà crociere tutto l’anno ai Caraibi in partenza da Miami.

La "Seascape" sarà la seconda nave della flotta Msc Crociere a entrare in servizio nel 2022, dopo la "Msc World Europa" che inizierà l'attività qualche settimana prima: “Con l’arrivo di queste due nuove navi, la flotta passerà tra qualche mese da 19 a 21 unità, e il prossimo maggio, con il battesimo della 'Msc Euribia', raggiungerà le 22 unità - sottolinea Leonardo Massa, direttore generale di Msc Crociere -. Un incremento di capacità che andrà ad arricchire ulteriormente la nostra offerta di destinazioni e itinerari disponibili in tutti i mari del mondo, e che testimonia la grande fiducia di Msc Crociere per il futuro. La compagnia, grazie a questo inarrestabile piano di crescita, continuerà a scalare posizioni di mercato a livello globale, guidando il settore delle crociere con navi sempre più tecnologicamente avanzate e sempre più attente all’ambiente”. La cerimonia di battesimo della "Msc Seascape" si terrà a New York il 7 dicembre 2022 al Manhattan Cruise Terminal. La nuova nave offrirà due diversi itinerari di sette notti, con scalo alla Ocean Cay Msc Marine Reserve e Nassau alle Bahamas, San Juan a Porto Rico e Puerto Plata nella Repubblica Dominicana, oppure con scalo a Ocean Cay Msc Marine Reserve, Cozumel in Messico, George Town alle Isole Cayman e Ocho Rios in Giamaica.

Come per la nave gemella, il 65% degli spazi pubblici della "Msc Seascape" è stato completamente ripensato rispetto al prototipo originale "Seaside", con l'obiettivo di portare l'esperienza dei passeggeri a un livello superiore e offrendo nuove aree per scoprire nuovi orizzonti in mare. Qualche numero offerto dalla nave: 98 ore di intrattenimento dal vivo per ogni crociera; 7.500 metri quadrati di spazio dedicato ai bambini e opzioni di divertimento all'avanguardia; 2.270 cabine di 12 diverse tipologie e suite con balcone, incluse le ambite suite di poppa; 11 punti di ristoro, 19 bar e lounge con numerose location per mangiare e bere all’aperto; sei piscine, tra cui una a sfioro a poppa con vista sul mare; un Msc Yacht Club tra i più grandi e lussuosi della flotta Msc Crociere: dotato di 3.000 metri quadratio di spazio con ampie vedute sul mare dai ponti di prua della nave; un’ampia promenade sul mare ancora più vicina all'acqua, che si estende per quasi 540 metri; uno Ponte dei Sospiri con pavimento in vetro al 16esimo livello della nave con una vista unica sul mare. La "Msc Seascape" sarà dotata delle più recenti tecnologie ambientali che includono sistemi di riduzione catalitica selettiva su ciascuno dei quattro motori Wartsila 14V 46F per diminuire fino al 90% le emissioni di ossido di azoto, convertendo il gas in azoto non nocivo e acqua. Il sistema ibrido di pulizia dei gas di scarico della nave rimuoverà il 98% dell'ossido di zolfo dalle sue emissioni.

Dotata dei migliori sistemi di trattamento delle acque reflue della categoria, con standard di depurazione superiori alla maggior parte degli impianti di trattamento delle acque reflue sulla terraferma, la nave include anche sistemi avanzati di gestione dei rifiuti, sistemi di trattamento delle acque di zavorra approvati dalla Guardia Costiera degli Stati Uniti, sistemi di ultima generazione per la prevenzione degli scarichi di olio dai locali dei macchinari ed efficaci miglioramenti dell'efficienza energetica, dai sistemi di recupero del calore all'illuminazione a Led in grado di risparmiare energia. La nave sarà dotata di un sistema di gestione del rumore irradiato sott'acqua con l’obiettivo di ridurre al minimo i potenziali effetti sui mammiferi marini.

I commenti dei lettori