Federalimentare: "Non esistono problemi di approvvigionamento"

"La produzione è attiva così come sono attive le consegne", precisa il presidente Vacondio, che invita gli italiani alla calma e a non dirigersi in massa ai supermercati come avvenuto nelle ultime ore.

Il centro semideserto di Nembro (Bergamo)

Milano - «L'industria alimentare è perfettamente in grado di fronteggiare l'emergenza coronavirus e non si intravede nel futuro alcun problema di scorte». Lo fa sapere il presidente di Federalimentare, Ivano Vacondio, dopo che tutta l'Italia è stata proclamata zona rossa. «La produzione è attiva così come sono attive le consegne», precisa il presidente, che invita gli italiani alla calma e a non dirigersi in massa ai supermercati come avvenuto nelle ultime ore.
«Come la settimana scorsa l'industria alimentare ha fronteggiato l'emergenza nella zona rossa della Lombardia - precisa il presidente - così le nostre aziende sono pronte a farlo nel resto d'Italia; imprenditori e maestranze stanno lavorando insieme e senza sosta per garantire la produzione alimentare che non è assolutamente a rischio come non è a rischio la fornitura della materia prima, anche dagli altri Paesi europei». Come presidente della federazione che rappresenta quasi 7 mila imprese Vacondio lancia un appello alla calma per tutti i cittadini: «l'industria alimentare sta lavorando e non si ferma ma è necessario rispettare le regole. No all'assalto dei supermercati».

©RIPRODUZIONE RISERVATA