La superbobina è arrivata a Cadarache

Cadarache - Nonostante le difficoltà causate dall’emergenza coronavirus, è arrivato la notte scorsa al sito di Cadarache, il primo dei giganteschi magneti superconduttivi destinati al progetto Iter

Cadarache - Nonostante le difficoltà causate dall’emergenza coronavirus, è arrivato la notte scorsa al sito di Cadarache, sopo un lungo viaggio iniziato alla Spezia all'inizio dello scorso dicembre, il primo dei giganteschi magneti superconduttivi destinati all'Iter, il progetto da oltre 20 miliardi di euro per sperimentare la produzione di energia da fusione nucleare.

A questa impresa partecipano aziende italiane di punta nel settore, come Asg Superconductors, Simic e consorzio Icas (con Enea), che hanno contribuito in misura rilevante a realizzare la più grande superbobina mai prodotta in Europa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: