Amazon nel mirino dell'Antitrust Ue

Bruxelles - Il colosso del commercio digitale Amazon avrebbe violato le norme europee sulla concorrenza, distorcendo la competizione tra i venditori su Internet. Così fanno sapere dalla Commissione europea.Secondo Bruxelles, il gruppo di Jeff Bezos avrebbe fatto uso improprio dei dati privati dei venditori esterni che si affidano alla piattaforma

Bruxelles - Il colosso del commercio digitale Amazon avrebbe violato le norme europee sulla concorrenza, distorcendo la competizione tra i venditori su Internet. Così fanno sapere dalla Commissione europea.

Secondo Bruxelles, il gruppo di Jeff Bezos avrebbe fatto uso improprio dei dati privati dei venditori esterni che si affidano alla piattaforma. Una seconda indagine è stata aperta dalla commissione sempre nei confronti di Amazon, accusata di favorire le proprie offerte e quelle dei venditori che si affidano ai servizi e alla logistica del gruppo: «Dobbiamo assicurarci che piattaforme con tali poteri sul mercato, come Amazon, non distorcano la competizione - spiega la commissaria per la Concorrenza Ue, Margrethe Vestager -. I dati sulle attività dei venditori da parte di terzi non dovrebbero essere utilizzati per il beneficio di Amazon, quando quest'ultima agisce come concorrente degli stessi venditori».

«Non siamo d’accordo con le affermazioni preliminari della Commissione europea e continueremo a impegnarci per assicurare un’accurata comprensione dei fatti - rispondono da Amazon -. Rappresentiamo meno dell’1% del mercato al dettaglio globale e ci sono rivenditori più grandi in tutti i Paesi in cui operiamo. Nessuna azienda più di Amazon si occupa delle piccole imprese o ha fatto di più per supportarle negli ultimi due decenni. Ci sono più di 150 mila aziende europee che vendono attraverso i nostri negozi in Rete, che generano decine di miliardi di euro di ricavi ogni anno e hanno creato centinaia di migliaia di posti di lavoro».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: