Confetra: "Il 9% del Pil italiano nel 2020 è arrivato dalla logistica"

È quanto afferma Confetra-Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica in una memoria presentata dal past president Nereo Marcucci alla commissione Trasporti della Camera in un'audizione sul piano di ripresa e resilienza.

Roma - "La parte logistica e infrastrutturale del Piano va nella giusta direzione e riteniamo che ci siano tutte le condizioni affinché il settore della logistica e dei trasporti possa davvero svolgere il ruolo di sistema circolatorio dell'economia reale".

È quanto afferma Confetra-Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica in una memoria presentata dal past president Nereo Marcucci alla commissione Trasporti della Camera in un'audizione sul piano di ripresa e resilienza. Il settore ha fatturato nel 2020 80 miliardi, secondo i dati illustrati, il 9% del Pil e conta 90 mila imprese e 1,5 milioni di addetti.

"Il quantitativo di risorse complessivamente destinate alla missione pari a circa 32 miliardi di euro, oltre il 14% di quelle totali del Piano, è senz'altro importante ma è ben investito se si considera che ridurrà i 70 miliardi di diseconomie che derivano dai diversi gap del sistema logistico nazionale", afferma Marcucci. L'auspicio è "che siano primi elementi di quella politica industriale per il Settore logistico che accompagni la crescita dimensionale delle nostre imprese, ne sostenga gli investimenti in ambito di innovazione tecnologica e dematerializzazione, ne rafforzi la capacità finanziaria complessiva e le aiuti a reggere le sfide del mercato globale".

©RIPRODUZIONE RISERVATA