Msc inscatola i carichi liquidi

La compagnia di navigazione Msc è diventata il primo vettore a fornire soluzioni interne per il carico di liquidi, fornendo e montando direttamente flexibag per clienti in tutto il mondo. L'obiettivo è quello di fornire un unico punto di contatto

Ginevra - La compagnia di navigazione Msc è diventata il primo vettore a fornire soluzioni interne per il carico di liquidi, fornendo e montando direttamente flexibag per clienti in tutto il mondo. L'obiettivo è quello di fornire un unico punto di contatto, offrendo servizi porta a porta nella catena di approvvigionamento di merci liquide. Le soluzioni Msc Liquid Cargo sono già disponibili presso i depositi in Europa, Asia, Medio Oriente e Americhe. Le flexibag consentono in pratica di riempire container con un massimo di 24 mila litri di merce liquida non pericolose, come olii commestibili, vino, prodotti petroliferi e prodotti chimici, offrendo un'alternativa ad altri metodi di trasporto di rinfuse, con un imballaggio inferiore rispetto a quello serbatoi Iso convenzionali.

Infatti, mentre il carico liquido viene tradizionalmente trasportato in serbatoi, il passaggio alle flexibag presenta alcune differenze, come il fatto che questo tipo di contenitore sia monouso e completamente riciclabile, scelta igienica per la spedizione di carichi commestibili. Le flexibag possono essere installate in qualsiasi contenitore da 20 piedi, che una volta rimosso il sacco, è pronto per il riutilizzo, eliminando la necessità di riposizionamento e risparmiando sui costi. Non è necessario pulire il contenitore dopo l'uso, a differenza dei serbatoi Iso. Le agenzie Msc che attualmente offrono soluzioni per il carico di liquidi sono in Argentina, Australia, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Malesia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Qatar, Singapore, Corea del Sud, Spagna, Turchia, Regno Unito e Uruguay, e altri seguiranno nel corso dei prossimi mesi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA